Lavoro all’estero: un’esperienza che ogni giovane dovrebbe fare

Senza nulla togliere a chi va a studiare in altri paesi, il lavoro e il contatto con la vita cruda di una realtà diversa dalla nostra è decisamente ancora più formativa.

Ne sanno qualcosa i tanti giovani italiani che per questioni economiche o per una sfrenata passione per i viaggi, ogni anno lascia il nostro paese alla ricerca di un lavoro (temporaneo o fisso) all’estero.

Si tratta di un passo importante, che spesso porta ad esperienze formative assolutamente inestimabili tramite cui un giovane può trovare la propria strada o anche solo mettersi alla prova in una condizione di grande cambiamento.

Tanti modi per vivere e lavorare all’estero

Esistono diversi metodi per potersi trasferire e vivere all’estero, dimenticando (o promettendo un ritorno) la madre patria. In questo articolo andremo ad analizzare da vicino alcune tipologie di lavoratori sempre più comuni.

I nomadi digitali: dove c’è internet c’è casa

La figura di maggior spicco negli ultimi anni riguarda i cosiddetti nomadi digitali, figura che sta prendendo molto piede tra gli italiani in fase di espatrio.

Si tratta di persone che svolgono le loro prestazioni lavorative tramite la rete e quindi, sono libere di spostarsi ovunque mantenendo il proprio lavoro. Combinando tale occupazione con stili di vita meno dispendiosi, persone con guadagni irrisori si ritrovano a vivere più che dignitosamente altrove.

Lavoro in cambio di vitto e alloggio: attenzione alle fregature!

Tra i più giovani va di moda una sorta di via di mezzo tra dovere e piacere, ovvero il lavoro in cambio di vitto e alloggio.

Supportati da alcuni siti che lavorano come veri e propri portali per questa modalità di occupazione molti bed and breakfast assumono ragazzi con questa modalità piuttosto comoda.

Svantaggi? Talvolta chi assume personale, lo spreme sfruttando la manodopera a costo praticamente nullo… se avete intenzione di seguire questa strada fate molta attenzione!

Lavori stagionali

Ovunque vi sia turismo stagionale, sono ricercati lavoratori a tempo determinato. Camerieri, baristi ma anche bagnini, sono spesso ricercati un po’ ovunque…

Si tratta di un’occasione imperdibile per chi vuole lavorare in un posto particolarmente piacevole, racimolando qualche spicciolo per l’inverno.

Per chi sta bene economicamente…

Esistono anche luoghi dove è possibile vivere dignitosamente con cifre piuttosto basse come Grecia e Portogallo. Si tratta di località ormai prese d’assalto non solo da pensionati ma anche da chi ha la possibilità di avere un piccolo affitto o introito passivo.

Cifre in Italia piuttosto ridicole, altrove (anche all’interno della stessa UE) possono diventare piccoli tesoretti utili, se non per vivere, per avere un buon “cuscinetto” in fase di ambientazione.